APPUNTI

Entriamo nel backstage dell’ultimo lavoro sulla  percezione che trae fondamento da assiomi di analisi matematica e di fisica quantistica, percorrendo nel campo delle arti visive il medesimo cammino che si sta percorrendo in ambito scientifico per la comprensione della materia, indagine ad ampio spettro che arriva ad indagare anche la coscienza e la struttura cerebrale.
Un percorso molto articolato che condurrà il visitatore a sperimentare quanto la percezione di un oggetto possa dipendere non solo dalle condizioni al contorno ma anche dal nostro stato di coscienza.
Il che vorrebbe dire che lo stesso percorso ripetuto una seconda volta potrebbe portare a percepire stati (alterati) della coscienza in modo diverso.